System certification Iso 14001

 ll sistema della Protezione civile è un sistema integrato di enti istituzionali, strutture, e corpi operativi che:
- agisce coordinatamente a livello statale, regionale, provinciale e comunale;
- svolge le funzioni essenziali della previsione, della prevenzione, del soccorso, del superamento dell'emergenza e del ritorno alle normali condizioni di vita sui territori colpiti dalla calamità o catastrofe

Levanto

un'emozione per ogni stagione

Le spiagge incontaminate, i sentieri nel verde del Parco nazionale delle Cinque Terre, le acque cristalline e i ricchi fondali dell’Area marina protetta fanno di Levanto il luogo ideale per chi ama la natura e apprezza la cura dell’ospitalità e la tradizione eno-gastronomica di una comunità che si offre al visitatore con un volto diverso per ogni stagione.

Ti trovi in: Homepage Notizie ⁄  Dettaglio notizia

Rifiuti, scattano le sanzioni per chi non differenzia correttamente

In arrivo anche la "tariffa puntuale": chi più produce indifferenziata più paga. On line le presentazioni (file pdf) dei relatori al convegno dello scorso 9 luglio

Giro di vite dell’amministrazione comunale sui “furbetti” della raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti. Nel mirino i sacchetti dell’indifferenziata, cioè la tipologia di spazzatura che, finendo in discarica, contribuisce a rendere meno virtuoso il ciclo che mira a raggiungere una percentuale sempre maggiore di materiale riutilizzabile.
“Dopo un mese e mezzo di controlli e semplici avvisi a chi trasgrediva le norme previste per il conferimento dell’indifferenziata – annuncia l’assessore all’Ambiente, Luigi Lapucci – ora si passa alle contravvenzioni. Nel mirino dei controlli saranno sempre la tipologia dei rifiuti inseriti nel sacchetto verde dell’indifferenziata e la corretta tempistica di esposizione (giorni e orari) dei sacchi al di fuori dei condomini”.
La sanzione prevista per i trasgressori è di 50 euro, e servirà a scoraggiare i comportamenti scorretti di chi ancora oggi, a tre anni dall’avvio del “porta a porta”, persevera nell’infilare materiale riciclabile come vetro, carta e plastica all’interno dei sacchetti dell’indifferenziata.
Ma nel mirino finirà anche l’isola ecologica di Moltedi, che, nonostante le telecamere di sorveglianza, continua ad essere méta di chi, invece di separare i rifiuti e depositarli fuori dell’uscio di casa nei giorni previsti, preferisce raccogliere tutto in un sacco e versarlo nei contenitori che dovrebbero invece servire i turisti e i visitatori occasionali.
“Fortunatamente i dati di giugno, con una differenziata che continua a superare il 70% del totale, ci confermano che le trasgressioni alle regole coinvolgono una parte decisamente minoritaria della popolazione – commenta Lapucci – Ma ora è bene colpire chi, trasgredendo, penalizza l’intera comunità. Senza contare che è nostra intenzione applicare, dal prossimo anno, la cosiddetta “tariffa puntuale”: ogni utente, cioè, pagherà in base alla quantità di rifiuti indifferenziati che produrrà”.
Un provvedimento, quest’ultimo, che mira a rendere più equi i costi dello smaltimento, addebitandoli in misura maggiore a chi effettivamente usufruisce del servizio economicamente più costoso e con un maggior impatto sull’ambiente: l’invio del materiale alle discariche piuttosto che il suo inserimento nel processo virtuoso di riciclo.
“Il nostro obiettivo è continuare ad implementare e migliorare il servizio complessivo – dice ancora l’assessore – E’ anche il messaggio che è scaturito dal convegno sulla raccolta differenziata che si è svolto nei giorni scorsi proprio a Levanto e che ha visto la partecipazione di esperti del settore e di numerose amministrazioni locali liguri interessate a confrontarsi con una realtà che funziona, come quella levantese”.
L’evento ha suscitato forte interesse negli addetti ai lavori, tanto che si è deciso di pubblicare su questo sito (colonna di destra, tra gli allegati) gli interventi di alcuni relatori.

Levanto, 11 luglio 2015



logo del comune di Levanto - versione piccola

Sito ufficiale del Comune di Levanto
Piazza Cavour 1, Levanto (SP)
Tel: 0187 - 80221 Fax 0187 - 802247
P. IVA 00197500119