Ti trovi in: Homepage Notizie ⁄  Dettaglio notizia

Coronavirus, slittano i pagamenti di tasse, imposte e canoni comunali

Buoni spesa: soddisfatte tutte le richieste, erogati 30.900 euro anche grazie ad un benefattore locale

Con una delibera di giunta messa a punto nella mattinata di venerdì 17 aprile, l’amministrazione comunale ha varato una serie di provvedimenti finalizzati a contrastare le ricadute che l’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 sta provocando sulla situazione economica dei nuclei familiari e sulle attività produttive.
Per ciò che riguarda tasse, imposte e canoni di competenza comunale, l’esecutivo ha stabilito una serie di proroghe nelle scadenze dei pagamenti.
In particolare:
Tari (Tassa sui rifiuti): i pagamenti, sia per i privati che per le attività produttive, seguiranno il seguente calendario: prima rata entro il 31 luglio, seconda rata entro il 15 settembre, terza rata entro il 15 dicembre. Al termine dell’emergenza epidemiologica e con la ripresa delle attività economiche, l’amministrazione comunale provvederà anche ad una ridefinizione delle aliquote relative alle attività produttive che tenga conto delle criticità attraversate durante il periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa.

Cosap (Tassa sull’occupazione del suolo pubblico), Tassa sui passi carrabili e Canone per le luci votive: pagamenti slittati al 10 agosto. Per la Cosap sarà possibile ottenere concessioni temporanee con pagamento differito.

Mensa scolastica: pagamenti sospesi dal mese di marzo fino alla riapertura delle scuole.

Intanto, il Comune ha terminato la distribuzione dei buoni spesa riuscendo ad evadere tutte le richieste presentate. La domanda era stata inoltrata da 135 nuclei familiari, per un totale di 354 persone, e grazie ad una donazione di duemila euro da parte di un cittadino levantese e ad un’ulteriore integrazione di 300 euro attinta alle casse municipali, si è riusciti a soddisfare tutti i partecipanti al bando erogando una somma complessiva di 30.900 euro (il trasferimento statale era di 28.600 euro).

Soddisfatti, per le misure fin qui adottate, gli amministratori. “Con i buoni spesa siamo riusciti a fornire un aiuto tangibile a tutti coloro che avevano i requisiti per accedere al contributo, senza essere costretti ad operare esclusioni che in questo momento sarebbero risultate ancora più sgradevoli di quanto già non lo siano quando si erogano sussidi in situazioni di criticità ma non così drammatiche come quella che stiamo attraversando – è il commento dell’assessore alle Politiche sociali, Olivia Canzio”. Che poi tiene a ringraziare sia gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa e presso i quali possono essere presentati i tagliandi (l’elenco è sul sito del Comune), sia (e in particolar modo) il benefattore che, con generosità e altruismo, ha voluto contribuire a far sì che tutti i suoi concittadini che versano in difficoltà economiche possano accedere almeno ai generi di prima necessità”.
Il sindaco, Ilario Agata, invece, preannuncia che “dopo una dettagliata verifica del bilancio consuntivo del 2019 (i cui termini ultimi di approvazione sono fissati al 31 maggio), saremo in grado di rimodulare le tariffe relative a Tari e Cosap”.

Levanto, 17 aprile 2020

 



logo del comune di Levanto - versione piccola

Sito ufficiale del Comune di Levanto
Piazza Cavour 1, Levanto (SP)
Tel: 0187 - 80221 Fax 0187 - 802247
P. IVA 00197500119